Archivi della categoria: tecnica delle costruzioni

Sisma del 24 agosto 2016

Stanotte, ancora una volta, il terremoto.

Avevo 7 anni nell’80, casa mia non ebbe danni, ma me le ricordo le notti a dormire in auto, il centro storico di Avellino distrutto, i soccorsi, la gente in lacrime per strada.

Mio padre anni dopo, mi raccontò di un giro che fece, nel cuore della notte tra il 23-24 novembre, tetti crollato per strada travolgendo auto e persone, edifici del centro storico di Avellino rasi al suolo… solo la guerra gli ricordava uno scenario simile.

Se decisi di fare ingegneria anni dopo è perchè quelle notti pensavo a come fare per evitare che tanta sofferenza si ripetesse.
La logica dei bambini…

Ricordo che a seguito del terremoto ci trasferimmo per qualche mese a Forlì.

Alla scossa del 14 febbraio 1981, molto più lieve, ricordo che già eravamo rientrati quaggiù.

Dopo… si… ricordo altre terremoti… il crollo a S. Giuliano di Puglia, il terremoto in Umbria, il terremoto di L’Aquila.

Anche adesso, su come è successo, cosa è successo e perchè, come tecnici, se ne dibatterà per anni. Sappiamo che i nostri edifici, sopratutto nei centri storici, sono estremamente vulnerabili. Uno degli articoli che, al momento, fa una panoramica generale, ma allo stesso tempo abbastanza completa della situazione degli edifici, è questo:

http://www.lavoripubblici.it/news/2016/08/CRONACA/Terremoto-centro-Italia-analisi-e-report-fotografico_17334.html

Per quanto riguarda invece le caratteristiche del terremoto in questo articolo ci sono delle considerazioni molto interessanti:

Sisma Centro Italia: l’analisi di Iunio Iervolino

Annunci